• Giulio Pisano

Non consigli di lettura e auguri.

In questo fine 2020 mi stanno arrivando molte richieste di consigli di lettura; non consiglierò nulla ma posso dire quale sarà il mio piano di lettura per fine anno e inizio 2021.



Finirò di leggere “A proposito di niente” l’autobiografia di Woody Allen (La nave di Teseo).



Inizierò l’anno con Aldo Cazzullo e il suo “A riveder le stelle” (Mondadori), perché nell’anno dedicato al Sommo Poeta mi sembra giusto che il primo libro che apro sia dedicato a lui.



Proseguirò con “Cambiare l’acqua ai fiori” di Valérie Perrin (e/o) perché mi hanno parlato bene di questa poetica riflessione sull’elaborazione del lutto insita nel romanzo.



Mi dedicherò poi alla poesia con “Odissea” di Nikos Kazantzakis (Crocetti) perché sono curioso di vedere come il poeta ha fatto proseguire il “viaggio dell’eroe”.



Mi rilasserò alla fine leggendo “Riccardino” di Andrea Camilleri (Sellerio) perché ho amato questo scrittore da quando l’ho conosciuto e mi ha fatto sempre sorridere e rilassare come nessun altro e, leggere solo per il piacere di farlo, credo sia un privilegio che mi posso concedere.

Auguro di cuore a tutti un ottimo 2021, che sia così bello da farci dimenticare, ameno per un attimo, questo terribile 2020.


17 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti